Disinfezione del terreno o del substrato di coltivazione

ginestra bianca fiori

29/05/2023

La disinfezione del terreno e/o del substrato è una operazione di fondamentale importanza per rendere lo stesso nuovamente in grado di ospitare la nuova coltura. I prodotti fumiganti attualmente disponibili possono contenere i seguenti principi attivi: metam-sodio, metam-potassio e dazomet. Con la solarizzazione si può completare l’attività di fumigazione sfruttando il calore che si crea all’interno del terreno coperto con film plastico a seguito dell’esposizione dello stesso alle alte temperature estive soprattutto in serra.
Affinché l’effetto sia ritenuto soddisfacente occorre che:

  • Il terreno sia ben lavorato nei primi 20-30 cm e coperto con film plastico
  • Portato alla capacità idrica di campo (quindi irrigato in maniera tale che non sia troppo asciutto né troppo umido)
  • Adeguatamente dotato di sostanza organica distribuita almeno 30-40 giorni prima oppure di sovesci di brassicacea che, decomponendosi, liberano calore e sostanze tossiche ad azione biocida (esempio isotiocianati)
  • La temperatura sia compresa tra 18 e 25 °C in modo da garantire la necessaria volatilità del principio attivo, l’adeguata solubilità nella parte umida del terreno e la buona sensibilità degli organismi bersaglio
    Vapam e Tamifum hanno una buona efficacia sia nei confronti dei principali funghi terricoli che di erbe infestanti
    Il Basamid ha una buona efficacia contro funghi terricoli e insetti, meno nei confronti delle erbe infestanti.
    Dalla fase di manipolazione del prodotto alla fine della distribuzione ed al successivo tempo di rientro occorre indossare gli appropriati dispositivi di protezione individuale (maschera, tuta, guanti stivali, filtri idonei).

Per ulteriori informazioni su prodotti, dosaggi, modalità di impiego, ecc. rivolgetevi al servizio di assistenza tecnica a disposizione nei nostri punti vendita.

Articoli che potrebbero interessarti…

Squilibri nutrizionali del Ruscus

Squilibri nutrizionali del Ruscus

I risultati di diverse analisi fogliari hanno determinato che le decolorazioni internervali a cui è soggetto il ruscus...